Stop alle penalizzazioni per i pendolari: il consigliere Farina porta a casa la sua vittoria politica

La compagnia ferroviaria di bandiera fa un passo indietro e la battaglia del consigliere Alfonso Farina si conclude al meglio: grazie all’amministratore del comune di Baronissi, all’impegno degli esperti della società La Rete e alle indicazioni degli alti funzionari del Dicastero dei Trasporti, la nota azienda di spostamenti su ferro ha ritirato le modifiche alle norme di trasporto pensate per le tratte ad alta velocità che collegano Salerno con la Capitale.

I punti dolenti della questione, difatti, sono stati quasi totalmente risolti: non ci saranno sanzioni da 8 euro nel caso di mancata prenotazione per la tratta interessata, non ci sarà l’obbligo di scendere dal mezzo, saranno disposte prenotazioni multiple così da poter confermare la poltrona di mese in mese e poter semplificare anche gli attuali passaggi, verrà elaborato un abbonamento unico al fine di favorire l’accesso indifferenziato sia ai convogli Trenitalia che Italo.

Una vittoria sostanziale, dunque, per un impegno che aveva coinvolto in prima persona il consigliere della Valle dell’Irno, il quale si era reso tramite con le autorità competenti al fine di risolvere definitivamente la delicata questione della mobilità interregionale.