Le quattro variabili per una vincente comunicazione delle strutture ricettive

Una dei migliori campi di applicazione della comunicazione digitale è certamente quella del marketing del turismo. Il nostro “Bel Paese” offre decine di migliaia di siti e luoghi incantevoli, in cui arte, cultura enogastronomica e tradizione si sposano e si declinano a seconda delle tradizioni locali.

L’Italia, secondo stime Confesercenti, detiene il più elevato numero di strutture ricettive in rapporto agli abitanti dell’intera nazione. Un fattore di merito, ma anche la conferma di una partita difficile e impervia, in cui a vincere – spesso – sono solo “i soliti noti”.

A fare la differenza, pertanto, sono le modalità con cui il singolo operatore di settore sceglie di giocare le proprie carte e, soprattutto, come decide di combinare i propri 4 assi:

prodotto 

• posto

• prezzo

• promozioni

Avendo chiara qual è la tipologia cui appartiene la struttura in questione – di lusso, medio e low cost -, è fondamentale non alterare mai l’algoritmo ottenibile dalla comparazione tra prodotto e prezzi da applicare. Questo perché, se ci si prefigge uno specifico target di clientela, si devono costantemente praticare prezzi congrui e coerenti.

Dato per assunto questo principio, il grande del lavoro si svolge sul web attraverso la creazione di un sito internet ad hoc, ritagliato sulle esatte misure della struttura, e attraverso una costante implementazione del social media marketing– piattaforme Facebook e Instagram -.

Un’operazione di equilibri costanti, in cui entrambi gli elementi concorrono alla definizione di:

• informazioni chiare sulla reperibilità 

• foto studiate per esaltare i particolari della struttura

• offerte cicliche e proposte last-minute

• proposte destinate a un pubblico internazionale

Sebbene spesso si commettano errori nello scegliere il giusto mix di strategie, puntare in maniera oculata e alterna su queste azioni di web marketing è un investimento reale capace di consentire un ritorno in termini di prenotazioni costanti.