Le tasse? Farina propone il Baratto amministrativo

Dal decreto nazionale all’amministrazione locale di Baronissi: il consigliere Alfonso Farina si è reso promotore, nel corso dell’ultima assise comunale prima della pausa estiva, dell’ipotesi di applicazione per il comune simbolo della Valle dell’Irno dell’articolo 24 – il celebre Baratto amministrativo – contenuto nello Sblocca Italia. Il noto decreto legge n.133, recante misure urgenti per la ripartenza del Paese, dispone difatti la possibilità innovativa di contrattare con le singole amministrazioni locali le imposte familiari mensili.

Il Baratto Amministrativo, nello specifico, permette ad ogni Comune di definire con apposita delibera i criteri e le condizioni per la realizzazione di interventi su progetti presentati da cittadini singoli o associati, purchè individuati in relazione al territorio da riqualificare. Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l’abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano. in base al tipo di intervento, spetta al Comune in questione decidere se ridurre del tutto o in parte alcune tasse.

Il primo cittadino ha accolto con favore la proposta del consigliere d’opposizione, tanto da dichiarare che la stessa sarà posta all’ordine del giorno della prossima riunione consiliare.